Ultimo aggiornamento 5 Maggio 2021 @ 12:50

Prealpina.it logo

 

Saronno, Airoldi incontra la gente. E soccorre una donna derubata

8 Ott 2020 | Amministrative 2020, SARONNO

 

Movimentata la prima “uscita” da sindaco di Saronno Augusto Airoldi. Ieri alle 11 mentre si trovava al mercato per incontrare i cittadini e ringraziarli per averlo favorito al ballottaggio, è accorso per soccorrere una pensionata appena derubata e che, incolume ma piuttosto scossa, stava cercando aiuto. È stato proprio il primo cittadino a confortarla, ad assicurarsi che stesse bene e a richiedere l’intervento della polizia locale. Per la saronnese non si è reso necessario il trasporto in ospedale.

La donna stava facendo compere quando qualcuno ha infilato una mano nella sua borsa e le ha sottratto il portafoglio: la vittima ha percepito solo che stava avvenendo qualcosa, ma quando si è voltata non ha trovato nessuno, solo la borsa aperta e vuota. Nel borsellino c’erano pochi soldi ma, aspetto più “fastidioso“, c’erano anche i documenti personali, che ora la donna sarà costretta ad “annullare” e rifare. La speranza è che, quanto meno, una volta svuotato del denaro, il portafoglio sia ritrovato. Quello dei borseggi resta purtroppo un fenomeno difficile da estirpare nonostante la presenza dei vigili.

La prima uscita di Airoldi al mercato di Saronno

Il neo sindaco Augusto Airoldi è arrivato attorno alle 9. In sella alla sua bicicletta. Ha scelto il mercato come teatro della sua prima uscita ufficiale per incontrare la cittadinanza e ringraziare i propri elettori per i tanti consensi ottenuti. In via Monti, dove erano stati in precedenza allestiti anche stand elettorali, il primo cittadino ha voluto scambiare quatto chiacchiere con passanti e ambulanti, raccogliendo anche osservazioni e suggerimenti in vista dei cinque anni che lo aspettano come capo della giunta.

«Penso che nelle prossime ore vi sarà il formale decreto di nomina a sindaco – ha spiegato Airoldi – e come promesso in campagna elettore ho intanto subito voluto recarmi al mercato settimanale per ringraziare coloro che mi hanno votato e per confermare a tutta la cittadinanza l’impegno preso di far ripartire Saronno».

Ospedale e strade

Oltre che fare i complimenti al neo-sindaco, alcuni cittadini hanno avanzato le prime richieste, riguardanti in particolare l’ospedale, per far sì cioè che possa essere sia mantenuto in città che potenziato, ma anche per migliorare gli arredi urbani e la situazione di alcune strade cittadine, a partire da quella della stessa via Monti.

«Diversi clienti hanno finito per inciampare» hanno segnalato i titolari della bancarella di ortofrutta Alberio: «Si potrebbe appunto cominciare con il mettere mano ai marciapiedi e alla strada, per renderla più sicura». Proprio le piccole manutenzioni a volte sono le più importanti perché hanno a che fare con la vita quotidiana, e Airoldi ha promesso impegno anche in questo senso.

Il nodo del commercio

Sul fronte strettamente commerciale l’Ascom ha invece lanciati nei giorni scorsi a più riprese l’allarme per la chiusura di diverse attività e analoghe preoccupazioni sono state espresse a più riprese anche da Assarcom. «Mi sono già reso disponibile a collaborare e a sedermi attorno un tavolo con le associazioni di categoria – ha fatto sapere il sindaco – anche per coordinare meglio gli eventi che vengono di volta in volta organizzati in città e per evitare sgradevoli sovrapposizioni. Bisogna anche proseguire sulla strada che ha visto diversi locali allestire dei dehors, che contribuiscono a rendere più vivace e vivibile la città nelle ore serali. Iniziative che, come già in parte accade, sarebbe bello potessero allestite non solò in centro ma anche in periferia».

I parcheggi

Durante la passeggiata sollevato anche il tema dei parcheggi. La riqualificazione della piazza Mercanti (dove viene allestito ogni mercoledì il mercato) e la successiva regolamentazione a pagamento, ma soltanto per i non residenti, era stata una delle iniziative dell’amministrazione Fagioli che, negli ultimi tempi, aveva finito per fare discutere. «Come ho già avuto occasione di dire – ha concluso Airoldi – intendiamo occuparci non dei singoli parcheggi, ma vogliamo elaborare un articolato piano della sosta che oltre ai residenti tenga nel debito conto anche i tanti pendolari che fanno quotidianamente riferimento alle stazioni ferroviarie saronnesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA