Ultimo aggiornamento 19 Ottobre 2021 @ 16:00

Prealpina.it logo

Gorla Maggiore, «Messaggi ai defunti: scuse immediate»

16 Set 2020 | Amministrative 2020, GORLA MAGGIORE

 

La lista Qui Progetto Gorla fa chiarezza sulla vicenda del messaggio elettorale alla madre, già defunta, della candidata della lista Fare Comune Susy Pozzato a Gorla Maggiore e sostiene che tutto sia stato strumentalizzato. Il gruppo, che sostiene la candidata sindaco Maria Rita Colombo, spiega: «Chi ha inviato il messaggio via Wahstapp si è personalmente e immediatamente scusato». La madre di Pozzato è morta tre mesi fa, come ha spiegato la donna, particolarmente indignata.

Gorla Maggiore: continuano le polemiche

«La nostra lista è dispiaciuta per l’episodio che ha urtato la sensibilità dei familiari. Riteniamo però che si stia strumentalizzando per fini propagandistici il fatto involontariamente accaduto e si sia scatenata una spiacevole gogna mediatica. Come di consueto i messaggi elettorali sono inoltrati da ciascun candidato in piena autonomia». E ancora: «I candidati di Qui Progetto Gorla auspicano il ritorno al confronto sui temi che riguardano il futuro di Gorla e invita ad abbandonare le sterili polemiche».

“Chiariremo con i cittadini”

Nei giorni scorsi se ne erano affrontate altre, così la lista avverte: «Rita Colombo e i candidati incontreranno per l’ultima volta prima del voto i cittadini giovedì 17 alle 21 al parco della Meridiana. Sarà il momento per approfondire meglio alcuni punti del programma elettorale, fare chiarezza e rispondere alle domande dei cittadini». Saranno presentati tutti i consiglieri con le deleghe che saranno eventualmente assegnate e i collaboratori dell’entourage del sindaco.

Non ci saranno deleghe ad assessori esterni: il riferimento è all’ex sindaco gorlese ora impegnato in Provincia, Fabrizio Caprioli, e all’ex consigliere comunale Cristiano Moroni che per molti anni ha avuto la delega ad ambiente e discarica regionale. I sostenitori di Rita Colombo sono rammaricati del fatto che in concomitanza con l’appuntamento conclusivo anche la lista Fare Comune abbia scelto di chiudere la campagna elettorale, nonostante Colombo già da luglio avesse depositato e confermato le date. «Sarà un’occasione in meno per i cittadini che magari avrebbero desiderato ascoltare dal vivo entrambi i progetti prima delle elezioni», affermano.

v.d.

© RIPRODUZIONE RISERVATA