Ultimo aggiornamento 10 Giugno 2024 @ 20:22

Prealpina.it logo

Elezioni Gorla Maggiore: Colombo smonta le critiche

7 Set 2020 | Amministrative 2020, GORLA MAGGIORE

 

Sulle note di We will rock you dei Queen, Maria Rita Colombo si è presentata alla comunità del paese al parchetto di via San Francesco. La candidata sindaco della neonata lista civica Qui Progetto Gorla ha lasciato che tutti i dodici candidati si presentassero per fare il suo ingresso e tirare le fila. Ha presentato i progetti per 3 milioni e mezzo di euro da spendere in 5 anni: «Anche se non riuscissimo ad avere fondi europei, nazionali o regionali, investendo 700 mila euro l’anno del bilancio comunale riusciremo a realizzare tutto».

Colombo: Stop alle critiche

Dal polo sanitario nell’ex sede del municipio alla progettazione di un teatro o arena, alle manutenzioni alle scuole medie (per quanto si sia sottolineata l’oggettiva bellezza delle scuole elementari su cui si è concentrata l’amministrazione di Pietro Zappamiglio). Ma ogni campagna elettorale che si rispetti è piena di chiacchiere e alcune di queste a Colombo non sono andate a genio. In particolare si è scagliata contro un paio di notizie che circolano in paese e considera “fake news”. «Vi pare che arriviamo noi e chiudiamo una realtà come la scuola materna che esiste da 140 anni?», si è domandata. «Anche perché il nostro don Franco ricorda sempre la storia: fui io a fare da mediatrice fra ente morale e Comune per far combaciare gli interessi che sono quelli dei più piccoli e della comunità».
Altra questione che non ha lasciato passare in cavalleria è stata quella legata alla Protezione civile: «Avrei fatto un sorriso ambiguo parlando di Prociv durante la mia prima uscita pubblica? Ho sorriso alle persone, figurarsi se penso di mancare di rispetto a una istituzione come la Protezione civile nata proprio nel Varesotto e che abbiamo visto durante il Covid essere di importanza nazionale». Insomma Colombo non ha voluto lasciar correre su vari aspetti. Mentre uno dei temi chiave per chi amministra è stato quello della discarica. «Manco dall’amministrazione comunale da quasi 15 anni per cui in questo momento non posso che dire che verrà valutato lo stato attuale per portare la discarica alla chiusura. Però, come posso esprimermi sullo stato attuale se non ho conto della fotografia di cosa eventualmente troveremo? La certezza è che si deve portare la discarica alla chiusura. È stata riaperta e richiusa in lotti progressivi: noi imporremo la riqualificazione ambientale dei lotti già richiusi in maniera da anticipare la riqualificazione e impedire che i lotti vengano riaperti e soggetti a conferimenti».

Lista civica, giovani e competenti

Colombo ha molto insistito sulla squadra giovane ma piena di competenze, entusiasmo e idee, che bilanciano la impostazione salda ed esperta da funzionaria apicale di un Comune, considerata una colonne della Valle Olona.

Veronica Deriu

© RIPRODUZIONE RISERVATA