Ultimo aggiornamento 27 Maggio 2021 @ 09:04

Prealpina.it logo

 

Elezioni Saronno, rush finale per i cinque candidati

15 Set 2020 | Amministrative 2020, SARONNO

 

Ultima settimana di campagna in vista del weekend di elezioni a Saronno. Come noto, oltre al sindaco uscente Alessandro Fagioli (sostenuto da tutto il centro destra), in corsa ci sono l’insegnante Novella Ciceroni, della lista civica Obiettivo Saronno, mentre l’ex-presidente del consiglio comunale, Augusto Airoldi, è il candidato del Partito democratico, della lista Airoldi sindaco e della civica Tu@ Saronno. I 5 Stelle si presentano con Luca Longinotti.

Elezioni Saronno, continua la sfilata dei big

Dopo gli arrivi in città di Salvini e Renzi, ecco Carlo Calenda. Per sostenere la candidatura dell’ex-sindaco Pierluigi Gilli domani sera, mercoledì 16 alle 21, al Teatro “Pasta”, arriverà l’ex-ministro, oggi leader di Azione, che presenterà il suo libro “I mostri e come sconfiggerli”.

Oggi pomeriggio, martedì 15 settembre, invece, alle 16.30 all’ingresso del Parco Lura, dove c’è il cerchio di pietre, Airoldi incontrerà le famiglie, in occasione della ripresa delle lezioni scolastiche. Prosegue infine sino a giovedì 17 settembre la raccolta di firme a favore dell’ospedale promossa davanti al presidio sanitario di piazza Borella, dalla civica Obiettivo Saronno.

Battaglia elettorale, polemiche e manifesti strappati

Vanno avanti i vandalismi ai danni dei manifesti elettorali della campagna per le amministrative del 20 e 21 settembre. E nel fine settimana è giunta anche la segnalazione alla polizia locale, da parte di esponenti della civica Con Saronno Gilli sindaco, su una serie di affissioni irregolari avvenute in centro.

Manifesti firmati da un movimento locale che non è corsa alle elezioni e dal contenuto polemico nei confronti di Matteo Renzi e del parlamentare locale Gianfranco Librandi di Italia viva (riguardo al loro sostegno al Governo), oltretutto irregolarmente posizionati al di fuori delle postazioni della pubblicità elettorale. Sono stati rimossi e potrebbe ora seguire una denuncia.

Proprio i manifesti di Con Saronno-Italia viva del candidato sindaco Pierluigi Gilli sono stati tra quelli più presi di mira dai teppisti notturni; alcuni sono stati rovinati ed altri strappati. Qualcuno si è accanito anche sui manifesti di Forza Italia, in particolare quelli con la foto del candidato consigliere comunale Luciano Silighini: in un caso è comparsa la scritta “comunista“, altrove è stato sovrapposto un adesivo col viso del sindaco leghista Alessandro Fagioli.

g.s.
ro.ban

© RIPRODUZIONE RISERVATA