Ultimo aggiornamento 19 Ottobre 2021 @ 16:00

Prealpina.it logo

Elezioni Arona, c’è Forza Nuova con Tognon

7 Set 2020 | Amministrative 2020, ARONA

 

Francesco Tognon, 42 anni, impiegato nel settore bancario, è il candidato sindaco alle elezioni comunali del 2020 ad Arona per Forza Nuova, movimento che punta tutto sullo slogan “Prima gli italiani”. «Siamo riusciti a presentare la lista raccogliendo le firme nonostante nessuno dei consiglieri in carica né di maggioranza, né di minoranza dei partiti “cosiddetti democratici”, abbia avuto il senso civico di certificarci le firme. Questo è già un grande successo. Siamo stati ostacolati in tutti i modi, ma ci siamo», polemizza.

Tognon: sicurezza al primo posto

Nel programma di Forza Nuova per le elezioni comunali del 2020 ad Arona grande attenzione alla sicurezza: «Più nuovi vigili per prevenire accattonaggio, vagabondaggio e delinquenza, potenziamento dell’illuminazione pubblica, lotta ai clandestini sul territorio». E sulla famiglia: «Contributi per le giovani coppie dietro graduatoria con preferenza nazionale, idem per il bonus bebè. Riordino del patrimonio comunale agricolo e boschivo, indizione di un bando per la concessione gratuita di terreni agricoli ai giovani e orti urbani. Noi diamo già una mano in via Monte Nero dove gli extracomunitari delle nuove case popolari se li stavano già accaparrando». E poi le finanze, con alcuni punti fermi: «Dehors gratuiti ancora per un anno, riduzione della tassazione, esenzione dalle tasse comunali per le attività che assumono residenti, voucher lavoro per disoccupati per attività di pubblica utilità».

Rilancio del turismo

Un capitolo viene dedicato agli animali domestici, con la proposta di «convenzioni tra Comune e strutture veterinarie per ridurre i costi di mantenimento per cani e gatti». Sui trasporti occorre creare «un servizio gratuito per i disabili con navette, abbonamenti a metà prezzo per i parcheggi per residenti e commercianti». Nel sociale si punti a «miglioramento dei servizi, abbattimento delle barriere architettoniche, creazione di uno sportello per distribuzione di generi di prima necessità con graduatoria basata su criteri di preferenza nazionale». Un posto spetta anche al turismo: «Rilancio del lido, nuovi bagni, servizio di bike sharing, eventi fuori stagione, creazione di una struttura polifunzionale per eventi».

ma.ro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA