Ultimo aggiornamento 19 Ottobre 2021 @ 16:00

Prealpina.it logo

Elezioni Somma Lombardo: “Serve una ventata di novità”

8 Set 2020 | Amministrative 2020, SOMMA LOMBARDO

 

Il centrodestra è pronto a riprendersi la città alle prossime elezioni di Somma Lombardo del 20 e 21 settembre. «In città serve una ventata di novità e voglia di fare, la vittoria non è impossibile». Ne sono convinti il candidato sindaco Alberto Barcaro (Lega) e la capogruppo di Forza Italia Laura Besnate che in questi giorni hanno presentato liste e programmi. «Burocrazia non è democrazia», afferma Besnate riprendendo una dichiarazione dell’assessore all’urbanistica Francesco Calò: «Servono 36 documenti per chiudere l’iter di un lavoro per un cittadino, dobbiamo intervenire».

Elezioni Somma Lombardo: il centrodestra si prepara

Tra i punti del programma dei forzisti, ai quali si è aggiunta anche Rinascita Democrazia Cristiana, è necessario concentrarsi anche su Malpensa («intorno allo scalo gira gran parte dell’economia del territorio»), sulla partecipazione («i sommesi devono essere davvero ascoltati») e sul centro storico («deve essere riqualificato per permettere al commercio di ripartire con slancio»). Non è mancata una frecciatina agli ex-compagni di coalizione di Fratelli d’Italia: «Chi li vota non aiuta il centrodestra», continua Besnate. Una posizione che trova il sostegno del segretario di sezione Andrea Vaccariello: «Ognuno può rivedere i suoi passi ma definire un candidato “Inadeguato” è un passaggio negativo». Sostegno che arriva anche dall’onorevole Giusy Versace: «Ho visto volti nuovi e voglia di fare, difficile non vuol dire impossibile».

Un concetto ripreso anche dal candidato sindaco durante la presentazione della lista del Carroccio. «Sarà una sfida difficile ma noi – evidenzia – abbiamo messo in campo persone nuove e un programma concreto». E alcuni punti, come sottolineato da Barcaro, «prima non erano presenti in altri programmi ma ora sono diventati fondamentali».

Centrodestra, il programma in tre punti

Al centro del piano ci sono tre punti cardine: il rapporto con Malpensa, la sicurezza e il Piano di governo del territorio (Pgt). Su Malpensa «serve condivisione, Bellaria non ha mai fatto passare i progetti in consiglio ma per il bene della città e del territorio serve confrontarsi». Critico anche sulla questione sicurezza: «Oggi le telecamere a Somma non funzionano». C’è poi il Pgt: «Deve essere rivisto». «Alberto Barcaro ha dimostrato la sua voglia di mettersi in gioco», evidenzia l’europarlamentare Isabella Tovaglieri: «Può essere il giusto sindaco con alle spalle uno schieramento pronto a sostenerlo e che ama il territorio».

Sostegno anche dall’onorevole Leonardo Tarantino (« è la persona giusta»), dalla vicepresidente del consiglio regionale, Francesca Brianza («la sua candidatura è frutto di un lungo percorso»), dal sindaco di Gallarate Andrea Cassani («durante le emergenze di questi mesi è sempre stato pronto»).

Annalisa P. Colombo

© RIPRODUZIONE RISERVATA