Ultimo aggiornamento 15 Maggio 2023 @ 20:09

Prealpina.it logo

Elezioni Casorate Sempione, Cassani rilancia su Malpensa

27 Ago 2020 | Amministrative 2020, CASORATE SEMPIONE

 

Una squadra che, dopo cinque anni di amministrazione, chiede alla popolazione una conferma in attesa delle elezioni per portare avanti il cambiamento che Casorate Sempione attendeva. È questa la lettura che dà il sindaco uscente Dimitri Cassani per la sua Rinascita Civica. «Ci apprestiamo a vivere una strana campagna elettorale. Manca il contatto diretto con la popolazione, a noi come ai competitor. Per la nostra squadra parlano le opere completate e in fase di completamento. Ovviamente chi si ripropone ha delle prospettive e una visione di paese definita. Dopo cinque anni siamo solo all’inizio. Un prossimo mandato permetterebbe di andare a completare quelli che erano sogni ed ora prospettive tangibili».

Sindaco Casorate Sempione, all’insegna della continuità?

Guardando a quanto fatto e quanto in dirittura d’arrivo il primo tema trattato è quello relativo al futuro Villaggio dell’Alzheimer. «Una novità assoluta a livello italiano. Si capirà pienamente la portata dell’opera una volta realizzata e non solo per noi casoratesi ma anche per i paesi limitrofi». Per un’opera la cui fase preliminare è in dirittura d’arrivo (entro fine anno dovrebbe arrivare la documentazione per aprire la conferenza dei servizi), c’è un progetto che è già alla fase realizzativa: la ristrutturazione del vecchio municipio.

Dimitri Cassani punta su Malpensa

Non poteva mancare un rimando all’aeroporto. Cassani spiega: «Abbiamo portato avanti un dialogo non sottomesso. Non a caso ricordo che sotto la mia presidenza il Cuv ha dato avvio all’iter che porterà alla zonizzazione acustica. Uno strumento importante che permetterà di verificare e sanzionare eventuali trasgressioni delle compagnie aeree nelle rotte di volo». Dialogo non sottomesso pur consapevoli che Malpensa «resta la prima azienda del territorio e che il compito di noi sindaci è quello di far sì che ci sia un effettivo ritorno per il territorio».

In generale il primo cittadino crede che la popolazione abbia notato un cambio di passo a livello di rapporto con la popolazione. «Non ci siamo rinchiusi nel palazzo. Cercando di valorizzare le opportunità offerte dalla tecnologia, ogni richiesta pervenuta aveva da noi una risposta».

Elezioni Casorate Sempione, nodo ferrovia in brughiera

Lo scalo di Malpensa si conferma impattante anche per le infrastrutture al suo servizio. A riguardo Casorate s’oppone alla linea ferroviaria che unirebbe il Terminal 2 a Gallarate. «Si tratta di un macigno – spiega il primo cittadino – sul quale la nostra posizione non è mai cambiata. Su un territorio che ha già dato tanto come il nostro, ogni ulteriore sacrificio dev’essere non giustificato, di più che giustificato».

Mattia Boria

© RIPRODUZIONE RISERVATA